Intervista a Lorenzo

Chi ti ha trasmesso la passione per la coltivazione dei limoni e delle arance?

La passione mi è stata trasmessa da mio nonno Domenico che è nato al “Tešöl”, casa natale del Santo Daniele Comboni. I suoi genitori erano i casanti della Limonaia stessa.
 

 

Da anni producete per i vostri clienti speciali limoncello, arancello, pompelmo e liquori. Da chi parte questa idea?

La ricetta dei vostri prodotti è un segreto di famiglia? Esatto, l'idea parte dalla Nonna Anna, che è sempre stata la cuoca dell'hotel con ricette gustose e segreti in cucina. Le continue prove l'hanno portata a creare dei liquori inimitabili.
 

 

 

Oltre alla vostra famiglia, collaborate con altri?

​Certo, viste le normative ferree vigenti in Italia: il dott. Foletto, della storica Farmacia della Valle di Ledro, è il nostro finalizzatore del prodotto.
 

 

 

Quali sono le tue soddisfazioni maggiori nel vedere realizzato questo progetto?

E' vedere che la nostra terra, con le nostre mani e le nostre idee possono viaggiare in tutti gli angoli del mondo.
 

 

Che obiettivi avete per il futuro?

Il nostro obiettivo è quello di creare un “mio” invece che “bio”, di cui solo chi viene al Relax Hotel può godere.